porn racconti 2023 Alzai la camicia da notte e Iniziai a masturbarmi

porn racconti 2023

porn racconti 2023 Ciao, mi chiamo Laura, sono una donna over 40 sposata con marco. Nonostante l’età sono ancora una donna piacente, grazie al mio essere esibizionista, anche molto avvenente, anche se spesso criticata da marco, in quanto molto geloso. La storia che sto per raccontare e’ realmente accaduta. Ha avuto inizio esattamente 2 anni fa. Premesso che da 5 anni esco spesso con mia sorella luisa, più piccola (30 anni oggi), da quando si è fidanzata con alberto. Spesso dormono a casa nostra, e facciamo viaggi insieme. Durante le nostre convivenze, mi sono accorta già 3/4 anni fa circa, che quando facevo la doccia, o mi cambiavo nella mia camera, ero racconti erotici spiata da alberto. Da buona esibizionista, ovviamente Questa cosa mi eccitava molto, per cui lasciavo fare. Dopo molto tempo ho iniziato a masturbarmi mentre alberto mi spiava, una sensazione unica. Lui è sempre stato convinto di non essere visto. A volte mi è capitato anche a me di spiare lui è mia sorella mentre fanno l’amore, ma con la certezza di non essere vista. 2 anni fa, eravamo a Firenze per il ponte dei morti, tutti nello stesso appartamento. Erano le 24 circa, i bambini dormivano già da un’ora, alberto e Luisa andarono a dormire, dopo poco anche marco si avviò in camera, ed io come sempre andai in bagno a lavarmi e struccarmi. Uscii in camicia da notte dopo mezz’ora, pronta per una bella scolpata con marco, ma purtroppo mi resi conto (come spesso capita) che mio marito dormiva. Mi misi a letto per dormire, ma poco dopo sentivo dei gemiti dalla stanza di mia sorella. Iniziai ad eccitarmi e toccarmi, ma poco dopo decisi di andare a vedere. Guardavo dal buco della serratura, ma si vedeva a malapena, poiché la chiave ostruiva la visuale. Nonostante il freddo decisi di uscire fuori al balcone per vedere meglio, per fortuna le imposte erano semichiuse, riuscii Pian piano ad aprire di più, racconti hot lo spettacolo era perfetto. Marco la scopava in varie posizioni e lei godeva come una matta. Alzai la camicia da notte e Iniziai a masturbarmi, dopo poco raggiunsi il primo orgasmo. Convinta anche questa volta di non essere vista, Non contenta continuai e dopo 10 minuti arrivai nuovamente, ero un lago. Decisi di andare a letto per il freddo. Non riuscivo a dormire, pensavo a tutte le scene erotiche che avevo visto e ripresi nuovamente a masturbarmi, arrivando nuovamente, nonostante marco che dormiva a sonno profondo li vicino a me (non si svegliano neanche le cannonate). Poco dopo mi addormentai, tutto ad un tratto fui svegliata dalle mani che mi accarezzavano tutta, credevo fossero le mani di marco, ma poco dopo realizzai che marco era dall’altra parte, era alberto, non sapevo che fare, cacciarlo o far finta di niente. Decisi di far finta di dormire, lui continuava, scopri’ le coperte, alzò la camicia da notte e continuò, mi toccava, mi baciava il seno, molto delicatamente mi aprì le gambe e mi infilo le dita dentro. milf mom Io ero impietrita, facevo finta di dormire, ma nel frattempo mi eccitavo, ma non lo davo a vedere. Poco dopo una sua mano si allontano da me e iniziò a menarsi il cazzo, raggiungendo un orgasmo velocemente stesso nella mano, si ricompose e andò via. La sera dopo stessa cosa, tutti dormivano, lui tornò a toccarmi, mi svegliai, ma poco dopo si accorse che io mi ero svegliata, e gli dissi di andarsene subito, ma lui non mi ascoltava, continuando a toccarmi mi disse: ieri sera ti ho vista mentre ci spiavi dal balcone e ti masturbavi, sei una gran Troia…quindi ora sta zitta altrimenti racconto tutto a Luisa. Non mi aspettavo quelle parole, lo lasciai fare, iniziando a provare un gran piacere. Mi eccitava quella situazione, ma soprattutto ero eccitata dal pericolo che dal fatto di essere accanto a marco, se si svegliava mi vedeva… Alberto resto li almeno due ore, non solo a toccarmi, ormai ero la sua puttana, obbedivo a tutti i sui ordini, glielo prendevo in bocca, lo toccavo e poi mi disse che mi voleva scopare li. porno Iniziò a scoparmi sul letto, a bassa voce mi chiamava Troia, puttana, tuo marito e’ un gran cornuto, e’ vero? Ed io rispondevo: si è un cornutone, continua, scoparmi, sono la tua Troia maiala. Arrivammo insieme, mi riempì la fica del suo sperma e subito dopo a dormire. Ero preoccupata per il suo sperma dentro, se uscivo incinta era un guaio. La sera dopo per precauzione andai a letto insieme a mio marito e scopammo. Durante la notte, quando tutti dormivano nuovamente alberto mi venne a scopare nel letto vicino a marco… Conclusione della storia: Continuo regolarmente a scopare con alberto, e lo spio quando lui scopa con mia sorella, anche lui mi spia quando sto con marco. La cosa più bella e’ che ho avuto il terzo figlio, e’ di alberto. Per fortuna assomiglia molto a me e marco forse non dubita di nulla. Ciao a tutti

porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023
porn racconti 2023