donne italiane che fanno sesso con animali

28K
Share
Copy the link

donne italiane che fanno sesso con animali La storia di una ragazza vedova che viene uccisa da un cavallo Nick AnimalsUna vedova, non più di 33 anni, sposata da tre anni, non di più, quando il marito è morto in un incidente di trattore agricolo mentre trasportava le sue merci al mercato.Non ebbero figli a causa di un problema di una donna.Il defunto uomo fu paziente con lei da tre anni, e stava per sposarla, se la morte non lo avesse sorpreso.

Ho ereditato da lui una grande casa di campagna con un ampio cortile che comprende una piccola fattoria per pecore, galline e oche con due mucche, un grande appezzamento di terreno agricolo… e un giovane cavallo per coltivare la terra.

Dopo la sua morte, in casa non è rimasto nessuno tranne lui, a parte la suocera anziana e disabile, che si è presa cura di lei in modo speciale. La loro fattoria era un po’ lontana dalle case del paese, e solo chi veniva da loro poteva raggiungerli.

Sistemò gli affari della sua fattoria ben dopo la fine della sesso con pecore cerimonia funebre del marito… Prese in affitto il terreno agricolo per un’ottima somma, e mungeva il gregge di pecore, raccoglieva uova e le vendeva a un mercante ambulante che passava da lei periodicamente, e lei e la vecchia vivevano normalmente… E Hadi.

La natura, che è nata e cresciuta in campagna e nei campi, le ha dato un corpo bello, proporzionato, ben curato, appetitoso… Fronte forte, collo liscio, grandi occhi nerissimi e un seno enorme con un capezzolo sporgente Si vedevano i suoi lunghi capezzoli rosa che ondeggiavano da dietro la sua camicetta, e lei non era senza spalline.Mai petto, data la solidità dei suoi seni.

Il suo ventre è liscio, senza grasso in più o linee a zigzag, che termina in un rigonfiamento carnoso (figa) le cui lame sporgono vistosamente tra le sue cosce, e sopra un mucchio di lanugine nera leggera e liscia accuratamente tagliata, mentre il suo clitoride incombe viola rossastro scuro.

Quanto alle sue cosce, dite che sono due pezzi di sontuoso alabastro, cosce grosse, larghe e lunghe. Per quanto riguarda la schiena, vedrai capelli neri ondulati che ricadono su spalle arrotondate e una borsetta stretta appoggiata su un culo, che è davvero un marchio registrato come il seno.

Il culo è largo, appallottolato, arrotondato e, cosa più importante, è ben saldo, anche senza biancheria intima, e non troverai alcuna ruga o ammaccatura, quindi sono leggermente divaricati, il che dà una visione e non è il più meraviglioso , dove puoi vedere il bruciore delle sue natiche se guardi da vicino… e puoi o volevi abbracciarle il culo con entrambe le mani senza poterla circondare completamente a causa della sua vastità, e se la guardi da vicino da dietro, rimarrai inevitabilmente stordito.

L’unica cosa che disturbava la sua vita era (il sesso), perché suo marito era un uomo attivo e se il suo cazzo non era abbastanza grande, faceva sesso quasi tutti i giorni, e lei ha scoperto con lui quanto piacere, lussuria, eccitazione e piacere esisteva nel suo corpo. È morto e l’ha lasciata sola così, non sa cosa fare. Il desiderio di lei è forte, e il suo bel corpo giovane è in fiamme, tanto che la sua figa è spesso ispessita mentre è in piedi… quindi trema… e piange.

Finché un giorno, dopo aver munto le pecore e raccolto le uova, entrò nel recinto del cavallo per mettergli il foraggio e un po’ di fieno… Si alzò e smise di respirare… Il cavallo aveva completamente tirato fuori il cazzo mentre si ergeva sull’altro…. Il suo colore nero scuro con fili rossi, e la sua enorme lanugine rosa che trasudava sperma che le faceva congelare il sangue nelle vene e il respiro scomparire nel suo petto… Ho pensato sussurrando: “Oh Willie, il suo cazzo è quaranta volte più grande di quello del defunto!! Lei lo fissò per due minuti.. Si voltò fuori.. Nessuno.. Il vecchio nel suo letto era paralizzato.. Chiuse bene la porta della stalla.

Mi sono messo al suo fianco, mi sono piegato e ho afferrato il suo uccello all’improvviso.Il cavallo sussultò e rapidamente tirò il suo uccello e indietreggiò! … Era confusa e si voltò da lui mentre tremava e respirava a fatica … Uno strano piacere balenò nei suoi occhi mentre sentiva la sensazione del suo cazzo caldo sul palmo della mano..

Aspettai un po’… e avanzai di nuovo… accarezzandogli dolcemente la schiena… mettendogli una quantità di foraggio e orzo… e massaggiandogli la schiena.. il polpaccio.. la coscia.. la pancia. .. e il suo cuore sprofondò di gioia quando il cavallo riprese a tirare fuori il suo possente cazzo… Continuai a massaggiargli lo stomaco con Avvicinandomi al suo cazzo e ai suoi testicoli a poco a poco finché le sue mani non toccarono di nuovo il gallo gigante….

Il cavallo questa volta non ha sussulto… e non appena ho afferrato il suo cazzo per la metà, ho capito che tesoro aveva qui… Il suo pugno non riusciva a tenere comodamente il grosso cazzo, era troppo grosso, quindi ha usato entrambe le mani, e wow… Cominciò a mungere il suo cazzo lentamente da cima a fondo, e da sotto. Su,… il cazzo del cavallo si gonfiò orribilmente, e la sua lanugine rossa divenne delle dimensioni di due grosse mele… Continuò a mungere, e per stare comoda prese la piccola sedia di paglia nel recinto e si sedette tra le cosce del cavallo, proprio davanti al gallo…

Che felicità è questa? Qualsiasi estasi è che Atari è il suo corpo? … La sua camicetta era semiaperta, e il suo petto tremava ad ogni movimento di mungitura dello sterco di cavallo, che sembrava addensarsi e far uscire un po’ del suo seme … La frenesia raggiunse un grado alto, il suo respiro si alzò ed estasi le scese sulla schiena come una formica strisciando, soprattutto quando la peluria calda del sesso animali cavallo le toccò il capezzolo del vestito destro che usciva dalla camicetta..

Lei non esitò… Tirò fuori i suoi due seni, e mise tra loro il cazzo del cavallo, e non smise di mungere, il calore dello sterco di cavallo che le toccava i capezzoli e la carne dei suoi seni la fece raggrinzire dritta , urlava spontaneamente, le cosce tremavano ed era la norma! …Continuai a mungere finché non mi accorsi che la lanugine dello sterco di cavallo era diventata completamente color sangue e sentii un flusso scorrere nel suo sterco dall’alto verso il basso…e un lungo nitrito al petto…e lo sperma dal sterco di cavallo le esplose sul petto, sul collo, sul viso e sulle labbra, litri di sperma la annegarono da cima a fondo… Rimase Dopo di che rimase seduta tremante per dieci minuti e il seme del cavallo le correva dal collo al petto , passando per il suo stomaco, fino alle labbra della sua figa fino al suo buco del culo… e gocciolando per terra!

Lei… si affrettò a pulire il posto e se stessa.. Abbracciò il cavallo e lo baciò sugli occhi e sorrise… Aumentò la quantità di foraggio e di orzo… Si riprese e si ritirò in bagno, dove lavati bene… quelli sono i

Non ha mai dormito normalmente. E aveva preso la sua ultima decisione prima di addormentarsi sorridendo… con paura… con la mano che accarezzava le labbra della sua figa!

Il giorno dopo era molto contenta, ha finito tutto il lavoro, e appena è scesa la notte e ha messo a letto la suocera dopo averle dato da mangiare e dato un sonnifero, ha messo un po’ il mio vestito sopra il ginocchio, e non indossava nulla sotto, andò in cucina, portò un po’ d’olio, e prese Insieme, la sedia lunga che avevo preparato appositamente durante il giorno e due cuscini… e uscii in recinto dei cavalli… sono entrato e ho chiuso la porta…

Lei gli si avvicinò, lui la guardò con la punta degli occhi spalancati e sospirò un po’… Lei sorrise e disse: “Benvenuta a te! “…Mi sono chinato tra le sue cosce, ho messo la sedia lunga davanti al suo cazzo direttamente, ho fatto una prova, le ho messo un cuscino sotto le cosce del suo culo, ho misurato la distanza, le ho aperto le gambe, ho avvicinato la sua figa al buco del suo cazzo, e metti l’altro cuscino…. Lei sorrise: “Va bene! “..

Si alzò da sotto di lui, gli strinse i lacci al collo e lo accorciò in modo che non si muovesse molto in avanti, e gli mise una copertura di legno tra le gambe per impedirgli di muoversi… E quando fu sicura di tutto. .. Si sdraiò sulla sedia lunga, aprì le cosce e le lame della sua figa si aprirono in un meraviglioso colore rosso porpora, e un buco del culo Respira meccanicamente… Afferrò la bottiglia di olio, si asciugò la figa e le sue lame e le strofinò il culo… Allungò le mani sul fondo della pancia del cavallo vicino ai testicoli e iniziò ad accarezzarlo e massaggiarlo..

Il cavallo sembrava capire tutto e lui non la deludeva. Appena l’ho accarezzato un po’, ha tirato fuori il suo cazzo possente velocemente ed eretto come una roccia… Lo guardò mentre era sdraiata sul lungo sedia sotto di lui e ha pensato: “Wow! “.. ha pensato di fare marcia indietro.. ma si è scrollata di dosso questa idea dalla testa… e ha afferrato il cazzo del suo amante dei cavalli… con entrambe le mani..

Il pene di un cavallo è un organo sensibile, contenente un gruppo di sensori nervosi altamente sensibili, che annusano le secrezioni della vagina e si dirigono verso di essa come una bomba guidata… È caratterizzato dal fatto che il cavallo lo manipola e lo dirige come vuole e molto in fretta… Lei non l’ha calcolato… Non appena ha toccato la peluria del cazzo del cavallo, ha visto e ha aperto la sua figa viola. Egli si è eretto e si è irrigidito e si è precipitato velocemente, cercando di penetrare… non è stato in grado di farlo a causa delle grandi dimensioni del suo enorme rigonfiamento …

Cadde dalla lunga sedia per la forza del cazzo del cavallo che colpiva l’apertura della sua vagina… Si alzò e si stiracchiò di nuovo, e capì che doveva tenere il suo cazzo tra le mani e guidarlo il più lontano possibile.. L’ha afferrato… Ha iniziato a strillare e ad attaccare… La testa del gallo era come una terrificante bestia spezzata in cerca di una vittima… Si appoggiò un po’ all’indietro sulla sedia per assicurarsi una distanza ragionevole.. e lo mise sulla porta della sua figa e si assicurò che il cavallo non potesse spingere a meno che non lo volesse.. Cominciò a lavorare con mani tremanti.. Il sudore le colava da ogni centimetro del corpo.

Non appena ha messo il cazzo del cavallo sulla bocca della sua figa, ha notato che la sua bocca era enorme ed era molto difficile inserirla nella stretta apertura della sua vagina umana… Tirò fuori un asciugamano dalla tasca e lo mise tra i denti… Versò dell’olio sul beccuccio del cazzo del cavallo e sull’apertura della sua figa… Cominciò la penetrazione difficile e dolorosa e la bellezza allo stesso tempo!

Ciò che l’ha aiutata è stato che il cazzo del cavallo era duro come una roccia, e il tampone non era mai solcato… Ha iniziato a colpire il tampone sul suo clitoride e a passarselo sulle labbra della sua figa.. Si è piegata e ha gemuto… Quindi ha posizionato il tampone proprio davanti all’apertura della sua vagina.Le lacrime sono venute fuori dai suoi occhi per l’eccessivo piacere e il forte dolore!

Alla terza pressione, la testa del cazzo del cavallo entrò nel buco in una forma sciocca nella sua figa.. Urlò fino a quando l’asciugamano fu in bocca.. Le sue mani tremarono… La peluria sensibile del cazzo del cavallo… Non appena siccome era dentro la sua vagina, si gonfiava, premendo contro le pareti del suo utero e della sua vagina… Il suo respiro era completamente interrotto… Continuò la penetrazione piangendo… Sono entrata… Sono entrata… Sono entrata… entrò… e non sapeva quante volte “scoreggiava” di dolore… e quante volte gemeva.. piangeva.. ululava… Tempeste di piacere travolgevano il suo corpo come trombe d’aria successive… le teneva bene il cazzo… Si sollevò a malapena la testa dalla sedia lunga… Mi chiesi come più della metà dell’enorme cazzo del cavallo fosse dentro di lei… Si muoveva… Si gonfia… Come uno spiedino di fuoco… Lo arrostisce dall’interno… Gli preme sul ventre… Il suo intestino… Finché non sentì che tutto il suo grembo era pieno di muscoli. Gallo di cavallo….

Ha continuato in questa posizione tenendo il cazzo del cavallo, stringendolo nella sua figa e tirandolo fuori.. Lo ha spremuto fuori, ma non completamente.. Ho notato che il naso gonfio dentro di lei era impossibile da uscire facilmente… guardato come il buco nella sua figa era diventato delle dimensioni di un buco largo e largo riempito con un grosso cazzo di cavallo. Grosso, potente.. Lui entra ed esce… e ogni volta vedi come tutta la carne e i muscoli della sua figa interiore vengono mostrati ad ogni spinta che spinge…

Cercò quanto più possibile di allargare l’apertura delle gambe e delle cosce… Sentiva che tra gli accessi di folle piacere e dolore era svenuta più e più volte… Le lacrime che scorrevano dai suoi occhi la infastidivano, e lei li puliva costantemente.. Ha cercato di tirare fuori il cazzo del cavallo dalla sua figa per riposare e respirare un po’… Quindi è crollata gravemente dal dolore. … Non poteva farlo.. la peluria di un cavallo il cazzo era terribilmente gonfio dentro ed era impossibile estrarlo… e lei capì che poteva farlo solo dopo che il cavallo aveva pompato il suo sperma e rilassato il suo pene….

Ha avuto le allucinazioni… Si è addormentata sotto di lui… Tenendo fuori il resto del suo cazzo… cercando di alleviare la pressione sulla sua vagina… Ho notato che si è accarezzata più di quattro volte… Tutti i muscoli di il suo corpo tremava… I muscoli del suo culo si contraevano e si sollevavano sopra l’altro… Manipolava il suo cazzo, inserendolo ed estraendolo il più possibile.Lei può… e piangere.. e piangere… e ingoiare il suo scintillio se può… Il cavallo ha esercitato una leggera pressione che lei non ha notato, ed è stata colpita da una violenta vertigine, e lei ha urlato: “Signora!

Per quanto riguarda il vero dolore e piacere, è arrivato quando il cavallo ha iniziato a prepararsi per eiaculare il seme… E dove?…. Dentro il suo corpo..nella sua figa..nel suo grembo..sapeva che far uscire il suo cazzo è una delle settime cose impossibili…quindi si preparò per l’ondata di sperma dentro di lei…il cazzo del cavallo iniziò per gonfiarsi sempre di più… e lei si lamentava, sbuffava, sbuffava e apriva le cosce e le labbra della figa più che poteva per consolarsi un po’.. Ma è inutile, quindi pompi

La merda del cavallo aveva raggiunto limiti anormali, fino a quando sentì che le ossa del suo bacino stavano per sgretolarsi per la pressione… e cominciò a sentire scoppi e pulsazioni provenienti dalla testa del cavallo. Le arrivò subito al cervello per un dolore eccessivo , dolore ed estasi….

Il cavallo nitrì a lungo… e strinse un po’ le zampe… e lo sperma fuoriuscì dalle sue narici dentro la sua figa stretta strettamente con il suo cazzo.. Un’ondata di sperma caldo colpì ogni cellula del suo grembo, ovaio e muscoli dello stomaco… un fuoco e accese dall’interno… il suo corpo si rimpicciolì fino alla fine… fino a diventare La sua testa era davanti alla sua figa, impalata con l’inesauribile sterco di cavallo… e lei poteva dire solo “Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee È rimasta completamente incosciente per cinque minuti.

Quando si svegliò… il cazzo del cavallo era ancora dentro di lei ed era molto sciolto… Si mosse lentamente… Alzò la testa.. Guardò… Vide che il cazzo del cavallo usciva naturalmente la sua vagina.. Lo tenne con calma… e lo tirò un po’ mentre gemeva forte… La sua vagina e lo stomaco È pieno di sperma e brucia come acido quando il cazzo del cavallo colpisce le pareti della sua vagina stretta e si strofina contro lo sperma… Tirò e tirò… finché non rimase altro che l’enorme lanugine, che a sua volta sembrava rimpicciolirsi…

Ha preso un respiro profondo e ha tirato il suo unico tiro e ha urlato di dolore… Ho visto come le pareti e i muscoli della sua vagina interna erano usciti con il cazzo del cavallo… Non appena ha tirato il suo cazzo, una fontana di caldo lo sperma è esploso dalla sua figa ad un’altezza di oltre cinquanta centimetri… Stava guardando con stupore mentre si contorceva per l’eccessivo dolore e piacere… I muscoli delle sue cosce tremavano, così come i muscoli e le articolazioni del suo culo , così come le sue gambe che si attorcigliano a destra e a sinistra….

Rimase così per più di venti minuti.. Lo sperma sgorgava e gocciolava dall’apertura della sua figa, che sembrava tornare alle sue dimensioni normali dopo che era diventata come la porta di un’enorme grotta deserta. riusciva a camminare… Si alzò… Lo guardai… Mi avvicinai a lui… L’ho baciato in mezzo agli occhi… Si è chinata e gli ha toccato i fianchi con piacere… Ha cantato lui dicendo: “Non dormirò più con i figli di Adamo… sono tuo tutto il tempo… ogni giorno!” “…e lasciò il canile, camminando con apparente difficoltà.